Annunci di case ed immobili a Massa Marittima

MASSA MARITTIMA, nel cuore delle Colline Metallifere, è una città ricca di bellezze storico-artistiche. Mostra nitidamente i processi di formazione grazie all'articolazione in due nuclei distinti: Città Vecchia, in basso, romanica, corrispondente al potere vescovile, e Città Nuova, espansione pianificata nel 1228 dal nuovo ceto imprenditoriale comunale; tra le due si interpone la Fortezza Senese. Molti dei luoghi architettonicamente significativi sono racchiusi da Piazza Garibaldi, una delle più belle dell'Italia centrale: la Cattedrale di San Cerbone, capolavoro del romanico-gotico toscano, il Palazzo Comunale, maestosa fusione trecentesca di antichissime case-torri, le Fonti, che racchiudono il noto Affresco dell'Abbondanza, e il Palazzo del Podestà, in cui oggi ha sede un importante museo archeologico. Da Piazza Matteotti (Città Nuova) si raggiunge in pochi minuti l'antico frantoio, costruito alla fine del ‘700, testimone della vocazione agricola del territorio circostante. Oltre al patrimonio culturale, la città è un ottimo punto di partenza per escursioni (trekking, ciclo-turismo, equitazione).

Massa Marittima ospita inoltre una delle porte del parco Tecnologico ed Archeologico delle Colline Metallifere Grossetane, che raccoglie importanti testimonianze archeo-industriali del passato minerario dell'area.

Tra i principali eventi cittadini ricordiamo il Balestro del Girifalco, il Toscana Fotofestival, Lirica in Piazza e Calici sotto le stelle.

Attorno a Massa Marittima, tra fitti boschi, si trovano le piccole frazioni Tatti, Prata, Niccioleta, Valpiana e lo splendido bacino del Lago dell'Accesa.

Tatti, antico borgo aldobrandesco, conserva ancora il cassero, il circuito murario ed una suggestiva porta ad arco.

Prata, legata nel Medioevo al Vescovo di Massa e in seguito conquistata da Siena, presenta una grande varietà di specie ortofrutticole tipiche della zona: ciò è riscontrabile visitando il "Frutteto storico" della città.

Niccioleta, nata alla fine del XIX secolo come villaggio minerario legato all'estrazione della pirite, ne conserva ancora la fisionomia.

Valpiana, tra Massa Marittima e Follonica, nacque nel XIV come polo per la lavorazione del ferro proveniente dall'isola d'Elba. Il passato minerario della piccola frazione è testimoniato dai resti delle ferriere e dal primo nucleo del forno fusorio, risalente al 1300.

Il Lago dell'Accesa, immerso tra querce e lecci, si trova in una depressione carsica 9 km a sud-est di Massa Marittima, vicino alla località La Pesta. Le sue sorgenti si trovano sotto la sua superficie e l'unico emissario è il fiume Bruna. L'Accesa è inoltre circondato dai resti visitabili della civiltà etrusca che vi si insediò dal IX secolo a. C., sotto il controllo di Vetulonia. Oggi il lago è balenabile, le sue acque sono limpide e pulite e la profondità raggiunge i 37 mt.